“Ciò che sai amare”, di Antonella Radogna, letto da Dante Maffìa

Negli ultimi due o tre decenni la poesia scritta dalle donne è stata quella che ha innovato e ha saputo ancora tessere la profondità lirica e i semi di una realtà cesellata con alto senso civile. Si tratta di sette o otto poetesse, agguerrite anche culturalmente, che hanno saputo dare una svolta autentica al verso,… Read More “Ciò che sai amare”, di Antonella Radogna, letto da Dante Maffìa

“L’officina del mondo”, di Marco Onofrio, letto da Gabriella Maggio

L’officina del mondo, edito da Città del Sole di Reggio Calabria, è un saggio denso, ricco di notazioni, interpretazioni e soprattutto di poesia, che si propone di tracciare il ritratto umano ed intellettuale di un poeta autentico analizzando tutta la sua opera dagli esordi sino ad oggi. Nello stesso tempo con L’officina del mondo Marco… Read More “L’officina del mondo”, di Marco Onofrio, letto da Gabriella Maggio

“Amuleti”, di Lorenzo Pataro, letto da Maria Teresa Armentano

“Amuleto”: l’etimologia di questo termine è incerto. Probabilmente nel mondo antico si riferiva a un rito sacrificale. Si può immaginare che Lorenzo Pataro l’abbia scelta come parola che evoca l’Arcano per il suo nuovo libro di versi (Amuleti, Ensemble, 2022, pp. 100, Euro 13), in cui le poesie sono senza titolo. La Poesia è un… Read More “Amuleti”, di Lorenzo Pataro, letto da Maria Teresa Armentano

“Il roseto sul bunker”, di Italia Vitiello Izzo, letto da Marco Onofrio

Il romanzo “Il roseto sul bunker” (Europa Edizioni, 2022, pp. 198, Euro 14,90) configura un rapporto di continuità con le precedenti opere narrative di Italia Vitiello Izzo. Lo spettacolo della gente, l’eterna faccenda delle esistenze in gioco, i temi universali. Insomma, la scrittrice e biologa di origine salernitana pare costantemente appassionata alla scrittura del tempo,… Read More “Il roseto sul bunker”, di Italia Vitiello Izzo, letto da Marco Onofrio

Lucio Mastronardi: “Sono vivo, sono sveglio, sono qui”

Sono seduto ora su di un ponticello. È un ponticello d’irrigazione che posa su due fiancate; messo per traverso. Sotto ci passa la trincea ferroviaria. Sono in alto; il mio sguardo abbraccia tutta la vallata del Ticino; fiume, boschi, ponte. Se mi volto vedo le case di Vigevano come massi scuri pieni di buchi luminosi,… Read More Lucio Mastronardi: “Sono vivo, sono sveglio, sono qui”

Dante Maffìa: “Como che parla”

COMO CHE PARLA Como che parla,che mi racconta storie antiche,che finalmente, ripete,ha trovato il cuore a cui affidarsi. Como che mi ha reso feliceperché ha saputo farmi tornareuccello acquatico, rombo di motore,foglia che danza prima di cadere. La mia vita banale, i miei erroririscattati dal suo sorriso, vero!I cigni in volom’hanno chiamato fratello.Alla mia felicità… Read More Dante Maffìa: “Como che parla”

Francesco Piccolo: l’amore e l’idea della purezza

Puoi vivere tutta la vita con una persona, soltanto se hai abbandonato l’idea della purezza. Non lasciarsi mai non è un’idea pura, ma al contrario è un modo di accettare in un rapporto d’amore tutte le fragilità, le debolezze, le diversità, gli odi e i periodi di stanchezza, i tradimenti. L’amore è tutto questo, messo… Read More Francesco Piccolo: l’amore e l’idea della purezza