“Capricci”, di Antonio Sagredo, letto da Dante Maffìa

Come si fa a non accettare l’invito di partecipare ai capricci, siano essi musicali, amorosi, infantili, poetici o letterari? Fare cultura e creare immergendo l’anima e l’intelligenza nel gioco è il massimo del godimento, la summa di un’equazione estetica imprevista e imprevedibile che arriva per scoscendimenti, per abbagli, per ragioni intraviste e negate, attraverso verità… Read More “Capricci”, di Antonio Sagredo, letto da Dante Maffìa

“Archeologie del cielo”, di Chiara Mutti, letto da Dante Maffìa

Innanzi tutto congratulazioni all’Editore che ha stampato il volume (Archeologie del cielo, Lecce, Terre d’ulivi edizioni, 2019, pp. 70)  con estrema raffinatezza, badando a ogni particolare, dando risalto alle immagini alla stessa maniera in cui ha dato risalto alle poesie. Immagini naturalmente della poetessa, che non vanno godute come corpi separati dalle parole, ma come… Read More “Archeologie del cielo”, di Chiara Mutti, letto da Dante Maffìa

“La venatura della viola”, di Rita Pacilio, letto da Filippo D’Eliso

La premessa, la Lettera al lettore che apre il libro, come per il grande George Perec, potrebbe essere denominata Poesia, istruzioni per l’uso. La venatura della viola (Borgomanero, Giuliano Ladolfi Editore, 2019, pp. 56, Euro 10) consente al lettore un cammino delicato nei meandri del sentire profondo del mondo e della propria interiorità. Con dolcezza e amore… Read More “La venatura della viola”, di Rita Pacilio, letto da Filippo D’Eliso

Giuseppe Mannino: “C’è una sorgente”

C’È UNA SORGENTE C’è una sorgente in ogni uomo. Una sorgente di acqua azzurra. Esce limpida, senza interruzioni, dalle viscere della terra. Per dissetare e per rasserenare. Per procurare incontri per allietare i cuori per incrociare sguardi per regalare emozioni. Ad una sorgente sono nati primi amori. L’acqua chiara di una sorgente è all’origine del… Read More Giuseppe Mannino: “C’è una sorgente”

“La parola detta”, di Stefania Di Lino, letto da Marco Onofrio

Poesia potente, vulcanica, antropologica e rivelatrice, quella di Stefania Di Lino (La parola detta, Milano, La Vita Felice, 2017, pp. 108, Euro 13). L’originale spaziatura grafica orizzontale, coi versi che non vanno a capo, e l’assenza di punti fermi (le composizioni concludono con la virgola) sono funzionali al retroterra filosofico e psicologico che presiede alla… Read More “La parola detta”, di Stefania Di Lino, letto da Marco Onofrio