Poeti scelti

Direttori di collana: PATRICIA PETERLE – FABIO PIERANGELI

Genere: Poesia

La poesia occidentale ha luogo nel momento in cui Orfeo si volta a guardare Euridice. La poesia ha luogo dal verso.
«Verso» significa «svolta», «versus», cioè «solco» fatto nella terra come quello dell’aratro che rivolta, passando sulla terra, le zolle.
«Non voltarti» era il comando divino. Riferito a Orfeo, ciò significa: «Nel sottomondo non comportarti come un poeta».

O anche: come un «verso». Orfeo si volta, però, giacché non può farne a meno, giacché il «verso» è la sua seconda natura – o forse la prima. Perciò si volta, e, bustrophedón o no, la sua mente e la sua vista tornano indietro, violando il divieto.

Il poeta si identifica con il «verso», con il volgersi indietro per vedere, con l’a capo, con il tornare sui propri passi; solo il poeta può violare il tabù degli dèi, ed essere un «abitante del cielo», ovvero un «eresiarca», egli si volta perché là dietro, nel passato, nella memoria, c’è la felicità che lui solo può rievocare in vita, se pur una vita larvale.

Testi inclusi nella collana Poeti scelti (ordine alfabetico):

Il compiuto discorso. 2ed. ampliataLuigi Fiorentino
Il graffio della piuma, poetesse italiane fuori dal “coro” – a cura di Marco Onofrio
Il rumore delle parole. 28 poeti del sudAutori Vari
Nella porpora dell’ombra – Valeriu Stancu
Poesie Scelte (1969-2004)Faslli Haliti
Tu Quoque – Anna Ventura

Gallery

Questa presentazione richiede JavaScript.