“Chiudi gli occhi che mi vedi meglio”, di Angelo Martinelli, letto da Dante Maffìa

  Angelo Martinelli ci introduce al suo romanzo (Chiudi gli occhi che mi vedi meglio, Roma, Bastogilibri, 2019, pp. 101, Euro 12) con una citazione di François de La Rochefoucauld, “L’amore è uno solo, anche se ne circolano migliaia di copie” ed è stato quasi naturale, per me, proseguire la lettura preparata da questa illuminazione… Read More “Chiudi gli occhi che mi vedi meglio”, di Angelo Martinelli, letto da Dante Maffìa

“Vita d’artista”, di Carlo Cassola, letto da Dante Maffìa

I narratori veri hanno il dono di parlare della quotidianità, del cibo, d’una passeggiata, d’un incontro al bar tra amici, riuscendo a fotografare atteggiamenti sociali – oltre che umani – che la dicono lunga sui comportamenti e sulle idee dei protagonisti. È il caso di Carlo Cassola in “Vita d’artista” (Rizzoli, 1979), un romanzo che… Read More “Vita d’artista”, di Carlo Cassola, letto da Dante Maffìa

“Gli egoisti”, di Bonaventura Tecchi, letto da Marco Onofrio

“Gli egoisti” (1959) è il vasto, poderoso romanzo con cui Bonavenura Tecchi saggia un tema per lui cruciale, come appunto l’egoismo, su una variegata coralità di alta rappresentanza sociale e intellettuale. Ci troviamo dinanzi a un insieme di personaggi d’eccezione, ciascuno dominato da una forma particolare di egoismo. Eccoli, in ordine alfabetico. Fausto Almirante, celebre… Read More “Gli egoisti”, di Bonaventura Tecchi, letto da Marco Onofrio

“Quer pasticciaccio brutto de via Merulana”, di Carlo Emilio Gadda, letto da Marco Onofrio

Il tentativo di romanzo poliziesco messo in atto da Carlo Emilio Gadda con Quer pasticciaccio brutto de via Merulana (1957) importa e rivela, sin dalle prime pagine, un impianto antinarrativo – a vocazione filosofica/epistemologica, vale a dire saggistica e tendenzialmente lirico/espressionistica – che lo contrasta dall’interno e, prevaricandolo, finisce per farlo abortire. Infatti il libro… Read More “Quer pasticciaccio brutto de via Merulana”, di Carlo Emilio Gadda, letto da Marco Onofrio

EMILE ZOLA: uno sguardo tenero e caldo su Roma

Ah! Con che occhi teneri e caldi egli la guardava, la Roma del suo libro, la Roma nuova che aveva sognato! Se, sulle prime, lo aveva colpito l’insieme, nella mitezza un po’» velata del mattino, adesso percepiva i particolari, si soffermava sui monumenti. Provava una gioia infinita nel riconoscerli tutti, per averli studiati a lungo… Read More EMILE ZOLA: uno sguardo tenero e caldo su Roma

“Papà Marilyn”, di Clara Cerri, letto da Dante Maffìa

Con questo romanzo (Papà Marilyn, Trevignano Romano, Tempesta Editore, 2019, pp. 240, Euro 17) Clara Cerri mi ha fatto entrare in angoli impensati o addirittura bui della psiche umana, mi ha portato dentro abissi sconosciuti e scomodi che spesso sono la condizione usuale di molti giovani, il loro modo di essere, di vivere e di… Read More “Papà Marilyn”, di Clara Cerri, letto da Dante Maffìa

“In campo lungo”, di Sabino Caronia, letto da Marco Onofrio

“In campo lungo” (Schena Editore, 2019, pp. 144, Euro 15) è un romanzo meno intenso del precedente “La consolazione della sera”, ma appunto più disteso e aperto di scenari prospettici, e annodato di implicazioni e deduzioni tipiche del mondo di Sabino Caronia, del suo modo insieme narrativo e saggistico di intendere la scrittura. Qui lo… Read More “In campo lungo”, di Sabino Caronia, letto da Marco Onofrio

19 agosto 2019: “Narrazioni contemporanee” ai Giardini di Castel S. Angelo

NARRAZIONI CONTEMPORANEE a cura di EdiLet – Edilazio Letteraria Tre autori in dialogo: Marco Onofrio, con “Energie” Paolo Balestri, con “L’asincronia del tempo” Valerio Mattei, con “Lo Sciamano” intervistati rispettivamente da: Maria Serena Felici, Tiziana Flecchia, Mariarita Pocino Letture di Angelo Blasetti Musica dal vivo lunedì 19 agosto 2019, ore 21,30 Letture d’estate Giardini di… Read More 19 agosto 2019: “Narrazioni contemporanee” ai Giardini di Castel S. Angelo

“Cara domestica follia”, di Lina Raus, letto da Marco Onofrio

Leggendo Cara domestica follia (EdiLet, 2012, pp. 108, Euro 12), mi sono divertito a trovare alcuni punti di contatto con un suo illustre antecedente – almeno (e non solo) come modello di genere letterario: La coscienza di Zeno di Italo Svevo. E quindi: – la struttura di autobiografia “aperta” sotto forma di diario psicanalitico. Francesca… Read More “Cara domestica follia”, di Lina Raus, letto da Marco Onofrio

“La casa delle belle addormentate”, di Yasunari Kawabata, letto da Dante Maffìa

Può esistere una scrittura estremamente lirica e, allo stesso tempo, estremamente sliricizzata, pastosa ed esile, calda e rarefatta, realistica e sognante, poetica e razionale, specificata fino all’inverosimile e compatta, solida, fatta di sensazioni, di dettagli minimi, di accensioni che prendono la via del resoconto? Può esistere una scrittura che sappia specificare la poesia dell’anima, la… Read More “La casa delle belle addormentate”, di Yasunari Kawabata, letto da Dante Maffìa