“Poesie per Natasa”, di Ion Deaconescu, letto da Anila Dahriu

Libro di rara bellezza, di estrema raffinatezza espressiva, dettato dal dolore della perdita, ma senza eccessi, scritto dominando l’estensione e la profondità del dolore e riuscendo quindi a distillare ogni parola, sapendo raccontare i sussulti della perdita, il vuoto lasciato, l’inutilità del vivere. Ion Deaconescu è un poeta di estremo rigore linguistico e perciò la sua… Read More “Poesie per Natasa”, di Ion Deaconescu, letto da Anila Dahriu

“Trincea di nuvole e d’ombre”, di Marzia Spinelli, letto da Marco Onofrio

Tra le molte suggestioni accese dal nuovo, intenso libro di Marzia Spinelli (Trincea di nuvole e d’ombre, Marco Saya Edizioni, 2019, pp. 116, Euro 12), spicca il macro-tema eponimo della trincea come spazio agonistico di resilienza, a un tempo riparo, limite e confine. L’anima indomita abita l’argine provvisorio delle numerose trincee (l’ombra, il quotidiano, l’ospedale,… Read More “Trincea di nuvole e d’ombre”, di Marzia Spinelli, letto da Marco Onofrio

“Due questioni forse letterarie”, di Dante Maffìa

Ci sono due questioni, in letteratura, che mi hanno sempre angustiato e spesso mortificato: quella che stabilisce chi sono i Maggiori e chi sono i Minori, e quella delle metodologie critiche. Ho avuto modo di approfondire e studiare con serietà gli scritti di Tommaso Campanella e quando mi sono trovato a leggere dei testi che… Read More “Due questioni forse letterarie”, di Dante Maffìa