“Febea, giornalista romana e musa degli artisti”, di Cinzia Dal Maso

“Insieme, tornarono verso il ponte. Il corso dell’Aniene ora andavasi accendendo ai fuochi dell’occaso. Una linea scintillante attraversava l’arco; e in lontananza le acque prendevano un color bruno ma più lucido, come se sopra vi galleggiassero chiazza d’olio o di bitume. La campagna accidentata, simile ad una immensità di rovine, aveva una general tinta violetta.… Read More “Febea, giornalista romana e musa degli artisti”, di Cinzia Dal Maso

Pubblicità

Aristide Staderini, legatore-tipografo e inventore del Catalogo a schede mobili, di Orietta De Filippis

Aristide Staderini nacque a Roma il 24 settembre 1845. Il padre, agronomo di Subiaco, fervente patriota (partecipò alla prima guerra d’indipendenza e rimase ferito a Marghera), fu costretto dal governo pontificio ad abbandonare la propria professione, si trasferì così a Roma, ove aprì nella centralissima via di S. Ignazio (ove insistevano, allora, librerie, legatorie e… Read More Aristide Staderini, legatore-tipografo e inventore del Catalogo a schede mobili, di Orietta De Filippis

5 marzo 1922-5 marzo 2022: centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini. Dante Maffìa: “Pasolini dalla poesia al cinema” – II

Ma vediamo con i testi alla mano come egli abbia saputo travasare rabbia e sogni del suo esordio nelle fantasmagorie dei suoi film, mai tradendo gli archetipi dentro cui si sviluppa la sua personalità, anzi riproponendoli di continuo, con ossessione, come se il mondo dovesse essere sempre e solo il suo piccolo mondo con la… Read More 5 marzo 1922-5 marzo 2022: centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini. Dante Maffìa: “Pasolini dalla poesia al cinema” – II

5 marzo 1922-5 marzo 2022: centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini. Dante Maffìa: “Pasolini dalla poesia al cinema” – I

Pier Paolo Pasolini è lo scrittore del nostro tempo che ha suscitato, in assoluto, maggiori adesioni e rancori. Molto spesso irrazionalmente, senza una ragione obiettiva, senza conoscere la sua attività di poeta, di critico, di romanziere e di cineasta. Che cosa c’è nella sua persona, nei suoi comportamenti, nelle sue parole, nei suoi gesti, nelle… Read More 5 marzo 1922-5 marzo 2022: centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini. Dante Maffìa: “Pasolini dalla poesia al cinema” – I

Frammento dell’Intervista ad Antonio Debenedetti (1937-2021), dal volume “Nello specchio del racconto” (EdiLet 2011), di Marco Onofrio. In memoriam

Possiamo ricostruire la mappa dei suoi luoghi romani? Sono nato a Torino, ma sono stato concepito a Roma: nella pensione “Villa Borghese”, che affacciava su Via Pinciana, di fronte al Museo Borghese, vicino a dove è nato Moravia. Fu proprio Moravia a consigliare a mio padre quella pensione, intorno alla metà degli anni trenta. I… Read More Frammento dell’Intervista ad Antonio Debenedetti (1937-2021), dal volume “Nello specchio del racconto” (EdiLet 2011), di Marco Onofrio. In memoriam

“L’ultimo sorriso di Beatrice”, di Sabino Caronia, letto da Marco Onofrio

Ideale viatico per la lettura di questo bellissimo patchwork di “percorsi letterari da D’Annunzio ai contemporanei” (L’ultimo sorriso di Beatrice, EdiLet, 2020, pp. 272, Euro 17), scritti e raccolti da Sabino Caronia, potrebbe essere il «magistero di Leopardi, la sua parabola» che, come scrive Stefano Verdino, «consuma una disabitazione del mondo» realizzando «il suo senso drammatico della trasformazione,… Read More “L’ultimo sorriso di Beatrice”, di Sabino Caronia, letto da Marco Onofrio

GABRIELE D’ANNUNZIO: “I pastori”

I PASTORI Settembre, andiamo. È tempo di migrare.Ora in terra d’Abruzzi i miei pastorilascian gli stazzi e vanno verso il mare:scendono all’Adriatico selvaggioche verde è come i pascoli dei monti. Han bevuto profondamente ai fontialpestri, che sapor d’acqua natiarimanga ne’ cuori esuli a confortoche lungo illuda la lor sete in via.Rinnovato hanno verga d’avellano. E… Read More GABRIELE D’ANNUNZIO: “I pastori”

“L’ultimo sorriso di Beatrice”, di Sabino Caronia, letto da Tommaso Debenedetti

Secondo alcuni maestri del Chassidismo, quando qualcuno sente il desiderio di viaggiare in un luogo, anche lontanissimo, vuol dire che una parte della sua anima si trova in quel punto del mondo. Il viaggio è dunque una sorta di tentativo di ricomporre almeno in parte il proprio io frammentato. La critica è, a suo modo,… Read More “L’ultimo sorriso di Beatrice”, di Sabino Caronia, letto da Tommaso Debenedetti

“Museo dell’uomo”, di Plinio Perilli, letto da Fausta Genziana Le Piane

Nel corso dei miei ripetuti viaggi a Parigi ho avuto l’occasione di visitare “Le Musée de l’homme” a Piazza del Trocadéro, ospitato in un’ala del Palais de Chaillot, di fronte alla Torre Eiffel, che traccia, con le sue numerose collezioni, la storia dell’umanità, dagli albori fino all’età moderna, con le sue caratteristiche essenziali, i suoi modi… Read More “Museo dell’uomo”, di Plinio Perilli, letto da Fausta Genziana Le Piane

Edoardo Sanguineti: “Poetica e poesia di Guido Gozzano”

Si conceda, infatti, che la poesia di Gozzano (di questo «pessimista senza tristezza», come disse la Guglielminetti) sia ricca di amore per le cose belle della vita, sia tracciata con un «pennello pieno di sole» (come vollero Pancrazi e Trompeo, con la pretesa di cogliere l’autentico Gozzano «dietro il velo crepuscolare»); è vero però, in… Read More Edoardo Sanguineti: “Poetica e poesia di Guido Gozzano”