Antonella Caggiano: “Poesia ecologica”

POESIA ECOLOGICA Chiare fresche dolci acque dove i miei capelli erano strada di viandanti e le braccia della fiacca luna si allungavano in coltri d’odorose spighe già pane. La beltà splendea panica e frizzante intorno come scroscio di colpo nel cuore a refrigerare il tempo dell’armonia nella pelle salata dell’acqua che s’azzurra. L’anima si rallegra… Read More Antonella Caggiano: “Poesia ecologica”

Antonella Caggiano: nota critica su “Dalla parte di lei”, di Alba de Céspedes

“Era la fine: mia madre, arrossendo, s’alzò dal pianoforte e fece per sfuggire via, ma Hervey la trattenne per un braccio. Si guardarono e poi sorrisero, confusi d’aver manifestato un sentimento che finora essi stessi avevano creduto d’ignorare. In quel sorriso si volsero a noi… Attraverso un velo di lacrime, lucido e tremante, vedevo mia… Read More Antonella Caggiano: nota critica su “Dalla parte di lei”, di Alba de Céspedes

Dante Maffìa: “Inno all’amore”

INNO ALL’AMORE M’inchino davanti alla tua boccache odora di muschio e di luna,dolcemente apro le tue labbrache hanno trilli d’uccelli marini. Amore dolce, rugiadoso, caldo,che puoi compiere miracoli,fa’ che il miele delle tue ascensionisia sempre pronto a spargersi e a lenire le mie angosce. Senza di tela vita si fa grigio adempimento,fatica, povertà, miseria.Tu sei… Read More Dante Maffìa: “Inno all’amore”

Maria Grazia Maramotti: “Lei a lui”

LEI A LUI dovrebbe poter dire sempre“Mi piace come incontrila mia anima negli occhi come inchiodi la mia luce nella tuae ne fai zampillo e crocedi seduttivo incantamento Mi piace come insiemeandiamo a caccia di aquiloni sulla lunain un giocare fresco, frizzante e cristallino come l’Atto primoche inondò d’auroral’Universo!” Maria Grazia Maramotti(da Solfeggi d’anima, Campanotto,… Read More Maria Grazia Maramotti: “Lei a lui”

“L’officina del mondo. La scrittura poetica di Dante Maffìa”, di Marco Onofrio, letto da Maria Teresa Armentano

Nel risvolto di copertina emerge la domanda intorno alla quale si sviluppa il senso di questo sorprendente saggio interpretativo di Marco Onofrio (“L’officina del mondo. La scrittura poetica di Dante Maffìa”, Reggio Calabria, Città del Sole Edizioni, 2021, pp. 298, Euro 16). “Può la critica della poesia farsi poesia essa stessa?” La risposta è positiva,… Read More “L’officina del mondo. La scrittura poetica di Dante Maffìa”, di Marco Onofrio, letto da Maria Teresa Armentano

Dante Maffìa: “Sono costretto ad amarti”. Commento di Paolo Corradini

SONO COSTRETTO AD AMARTI Sono costretto ad amarti.Non appena penso un “ma” nei tuoi confrontifranano gli orizzonti,si stende un velo d’acciaiotra me e il mondo,vengo chiamato coi nomi più offensivi,tacciato d’essere vile,stupido, un nienteche ha avuto la fortuna d’incontrartichissà perché,per un qualche errore del firmamento. Sono costretto ad amartiperché senza di te mi manca l’aria,entro… Read More Dante Maffìa: “Sono costretto ad amarti”. Commento di Paolo Corradini

Dante Maffìa: “Modigliani”

Il maledetto. Il pittore che attraverso i fumi dell’assenzio voleva arrivare al centro dell’anima delle donne, della pittura, dell’assoluto? O che altro? Il suo continuo essere fuori dalle righe, le sue trasfusioni di entusiasmo a se stesso, mai dimostrato,  per realizzare l’essenza d’una icona che offrisse a chiunque la possibilità di sentirsi compreso. Voleva salvare… Read More Dante Maffìa: “Modigliani”