La poesia di Chiara Mutti, letta da Maria Teresa Armentano

Ho incontrato il mondo creativo della poetessa Chiara Mutti leggendo i versi del secondo e terzo dei suoi volumi poetici: Scatola nera (Fusibilia Edizioni), edito nel 2016, e Archeologie del cielo (Terra d’ulivi Edizioni), edito nel 2019. Per raccontare le sue inquietudini, i suoi silenzi, i pensieri celati nella “scatola nera” come enigmi e ricordi,… Read More La poesia di Chiara Mutti, letta da Maria Teresa Armentano

“Viaggio nel sangue”, di Zingonia Zingone, letto da Dante Maffìa

Libro, a un tempo,  duro, forte e teso con nel fondo una tenerezza infinita, un sentimento alto radicato nei valori della vita, meglio: del sangue, proprio come direbbero i vecchi della mia Calabria che quando vogliono sottolineare un legame autentico e duraturo fanno ricorso alla parola sangue. Libro anche di devozioni e di agnizioni, che… Read More “Viaggio nel sangue”, di Zingonia Zingone, letto da Dante Maffìa

Palmira De Angelis: “Luce”

LUCE La luce si scolorain tinte di pastello antichee ora non è più orama l’ora di chissà quando                                     ferma,vuota di tutto ciò che è vivo.Muti il cielo e le gronde,la strada e il marciapiede soli,china la statua sulle sue malinconie.Gli alberie iosoltanto  ammessiall’Eterno. Palmira De Angelis

Dante Maffìa: “Verrò io da te”

VERRÒ IO DA TE Non più nel dilemma,fuori da ogni patto, da ogni remora,da ogni divieto,intatti lumi al balconee l’arruffarsi delle ondecome se dovessero volare,come…e indifferenti al passo dei gabbiani,alla schiuma,senza nessun pensiero,anonime briglie di cavalli infuriati,anonime conchiglie nascostenel tripudiare di neniee la lunga fila per acquistare un fossile,un fossile, dico,che poi finirà nel retro… Read More Dante Maffìa: “Verrò io da te”

“La nostalgia dell’infinito”, di Marco Onofrio, letto da Maria Teresa Armentano

Nell’Introduzione l’autore annuncia che questa antologia (Ensemble Edizioni, 2016, pp. 174, Euro 15) racchiude le poesie di un “itinerario poetico” che qui, però, risulta cronologicamente discontinuo, ed è così voluto proprio per accostare temi secondo un “tracciato ondulatorio”; ma forse, aggiungo io, per il lettore sarebbe preferibile seguire l’evoluzione del cammino poetico di Onofrio ordinatamente,… Read More “La nostalgia dell’infinito”, di Marco Onofrio, letto da Maria Teresa Armentano

Marco Onofrio: “Scritture incomprensibili”

SCRITTURE INCOMPRENSIBILI Dietro la tenda opaca della notte questa enorme bocca spalancata di leone imbalsamato – tra i denti ha un sole nero, una medaglia grande come il cielo – splende radioso sciaborda un mare invisibile di luce che tocca le sponde affioranti, le spiagge siderali. Miliardi di universi sfuggono allo sguardo e come polverume… Read More Marco Onofrio: “Scritture incomprensibili”