Massimo Pacetti: “Il miele”. In memoriam, a tre anni dalla sua morte (26 novembre 2016)

La bellezza delle api? È il loro colore giallo, come l’oro! Il loro oro è il miele, prezioso per la vita, il miele. Si può vivere, con il miele, a lungo, senza nessun altro cibo. E produrre il miele, per un’ape, è un lavoro intenso, duro, difficile, lungo e faticoso. Sembra un gioco, un gioioso,… Read More Massimo Pacetti: “Il miele”. In memoriam, a tre anni dalla sua morte (26 novembre 2016)

“Archeologie del cielo”, di Chiara Mutti, letto da Dante Maffìa

Innanzi tutto congratulazioni all’Editore che ha stampato il volume (Archeologie del cielo, Lecce, Terre d’ulivi edizioni, 2019, pp. 70)  con estrema raffinatezza, badando a ogni particolare, dando risalto alle immagini alla stessa maniera in cui ha dato risalto alle poesie. Immagini naturalmente della poetessa, che non vanno godute come corpi separati dalle parole, ma come… Read More “Archeologie del cielo”, di Chiara Mutti, letto da Dante Maffìa

“Archeologie del cielo”, di Chiara Mutti, letto da Marco Onofrio

Valorizzata dalle splendide fotografie a colori scattate dalla stessa autrice e sapientemente collocate in dialogo aperto con i testi (di cui, quindi, non rappresentano semplici illustrazioni), la poesia di Chiara Mutti matura la sua autorevole consacrazione grazie al recente “Archeologie del cielo” (Terra d’ulivi edizioni, 2019, pp. 72, Euro 15), terzo libro di un percorso… Read More “Archeologie del cielo”, di Chiara Mutti, letto da Marco Onofrio

“Nuvole strane”, di Marco Onofrio, letto da Palmira De Angelis

Come indicato nel sottotitolo al libro, Nuvole strane (Ensemble, 2018, pp. 104, Euro 12) di Marco Onofrio è una raccolta di pensieri e aforismi. I componimenti che formano questo libro sono infatti brevi, talvolta lapidari, potentemente sbozzati nell’appassionata ricerca di una forma essenziale. Sono un esercizio diretto di osservazione e deduzione riguardo a temi e problemi… Read More “Nuvole strane”, di Marco Onofrio, letto da Palmira De Angelis

Mario Soldati e “l’amore della montagna”

Nel 1929, erano già sei anni che passavo con la mia famiglia tre o quattro mesi estivi e le vacanze invernali nell’alta Val di Susa e qualche volta anche al di là, nella valle dell’Arc, dai Bruneau-Soldati, i miei cugini francesi. Avevo ormai preso l’abitudine alla montagna, e l’amore della montagna mi aveva preso. L’aria… Read More Mario Soldati e “l’amore della montagna”