“L’Italia di Dante – Viaggio nel paese della Commedia”, di Giulio Ferroni, letto da Dante Maffìa

Non si dovrebbe fare, citare se stesso, ma io lo faccio, tanto c’è sempre qualcuno che recrimina o non è d’accordo sulle azioni e sulle idee degli altri. Io lo faccio con buona ragione, e chi vuol parlare parli. Ho pubblicato molti libri ispirandomi ai luoghi (un’antologia poetica su Lucca, una sull’Alto Jonio, “Poesie alla… Read More “L’Italia di Dante – Viaggio nel paese della Commedia”, di Giulio Ferroni, letto da Dante Maffìa

DANTE ALIGHIERI: il Canto XIII dell’Inferno, letto da Dante Maffìa

Nessun poeta mai mi ha intimorito e reso quasi impotente alla scrittura se non Dante. E mi ha molto consolato apprendere, in tempi recenti, che lo stesso effetto ha prodotto su Osip Mandel’stam che, una volta liberatosi dal timore riverenziale, anzi dallo stordimento, è entrato nella Commedia con una profondità che nessun dantista mai ha… Read More DANTE ALIGHIERI: il Canto XIII dell’Inferno, letto da Dante Maffìa

Dante Maffìa: “L’arcobaleno dirà parole nuove”

L’ARCOBALENO DIRÀ PAROLE NUOVE Va’ via, brutto mostro, vattene via, allontanati, adesso basta; approfitti della tua invisibilità e colpisci come un toro bendato, come un vento rapace di scirocco. Non so quale sia il tuo fine, quale il tuo compito e quanto tempo ti è stato concesso per portare morte e ferire ancora e spargere… Read More Dante Maffìa: “L’arcobaleno dirà parole nuove”

“Dante settecento anni dopo 1321-2021”, di Giovanni Caserta, letto da Dante Maffìa

“… Non di rado, alcuni professori, pensando di sbalordire, si perdono fra mille considerazioni critiche e discettazioni sulla struttura, sulla distribuzione delle anime, sul nome dei singoli cori angelici, e altre cose di tal genere”. Sono parole prese dall’“Introduzione” di Caserta a questo “Dante” (Dante settecento anni dopo 1321-2021, Potenza, Villani Editore, 2020, pp. 268,… Read More “Dante settecento anni dopo 1321-2021”, di Giovanni Caserta, letto da Dante Maffìa