“Novecento e oltre”, di Marco Onofrio, letto da Dante Maffìa

Caro Marco, non meravigliarti, c’è sempre una prima volta, ed ecco una recensione in forma di epistola. Caro, caro Marco, non t’aspettare elogi, sarai subissato da quelli che non appaiono nel tuo libro Novecento e oltre. Letteratura italiana di ieri e di oggi (EdiLet, 2020, pp. 416, Euro 23), che non sono esclusi, semplicemente non… Read More “Novecento e oltre”, di Marco Onofrio, letto da Dante Maffìa

PIER PAOLO PASOLINI: “La tosse dell’operaio”

LA TOSSE DELL’OPERAIO Sento tossire l’operaio che lavora qui sotto; la sua tosse arriva attraverso le grate che dal pianterreno danno nel mio giardino. Sicché essa pare risuonare tra le piante toccate dal sole dell’ultima mattina di bel tempo. Egli, l’operaio, là sotto, intento al suo lavoro, tossisce ogni tanto, certamente sicuro che nessuno lo… Read More PIER PAOLO PASOLINI: “La tosse dell’operaio”

La forza del linguaggio: “Energie”, di Marco Onofrio, letto da Maria Serena Felici

È sempre un piacere e un onore scrivere sull’opera letteraria di Marco Onofrio, tra i sempre più rari rappresentanti di una letteratura di prestigio. Il volume Energie (2016), oggetto del presente articolo, si presenta come una raccolta di racconti, pensieri, frammenti, che hanno dato vita ad altri suoi titoli, alcuni già pubblicati, altri che, immagino… Read More La forza del linguaggio: “Energie”, di Marco Onofrio, letto da Maria Serena Felici

“Lungo la strada”, di Luciano Luisi, letto da Marco Onofrio

La bellezza di questo libro (Lungo la strada, Lecce, Manni Editore, 2018, pp. 144, Euro 18) nasce, oltre che dalla limpidezza sorgiva dei versi, anche dalla felice dialettica tra poetica dell’incanto (quel che Pasolini ne La divina Mimesis definisce “pausa dopo una parola che può essere senza fine interrogata e pensata in silenzio”) e distensione narrativa:… Read More “Lungo la strada”, di Luciano Luisi, letto da Marco Onofrio

“Gatti e scimmie”, di Arnaldo Colasanti, letto da Dante Maffìa

Questo romanzo (Gatti e scimmie, Rizzoli, 2002) mi è stato regalato una settimana fa. Ho storto il naso, ringraziando ho detto: “È un vecchio libro, se non erro è uscito quasi vent’anni fa”. E l’amico: “Sonata a Kreutzer è uscito più d’un secolo fa”. “Vuoi dire che è un classico?”. “Proprio così”. Mi sono messo a leggerlo… Read More “Gatti e scimmie”, di Arnaldo Colasanti, letto da Dante Maffìa

Pier Paolo Pasolini e Roma – II, di Marco Onofrio

Dal 1951 al ’54 Pasolini insegna a Ciampino, presso la scuola media parificata “Francesco Petrarca” messa su da Anna e Gennaro Bolotta. Ventisettemila lire al mese lo stipendio. Può così liberare la madre dal servizio presso i Pediconi e affittare una casa a via Tagliere 3, zona Ponte Mammolo-Rebibbia. Li raggiunge a Roma il padre,… Read More Pier Paolo Pasolini e Roma – II, di Marco Onofrio

Pier Paolo Pasolini e Roma – I, di Marco Onofrio

Pasolini calca per la prima volta il suolo romano nell’aprile del 1946, ospite dello zio Gino Colussi. Resta impressionato dall’estensione della città, dalle distanze chilometriche. Visita musei, assorbe avidamente la bellezza delle opere d’arte. Vi torna nell’ottobre dello stesso anno. Conosce scrittori e allaccia rapporti. Ecco la prima discesa al Tevere, in una lettera del 25… Read More Pier Paolo Pasolini e Roma – I, di Marco Onofrio

PIER PAOLO PASOLINI: “La verità che non si riesce a dire”…

La verità che non si riesce a dire (come gli antichi non riuscivano a dire i sogni perché li credevano qualcosa di diverso da ciò che sono in realtà) è questa: ognuno di noi è fisicamente la figura di un acquirente, e le nostre inquietudini sono le inquietudini di questa figura (così come i nostri… Read More PIER PAOLO PASOLINI: “La verità che non si riesce a dire”…