Il 16 ottobre 1943 raccontato da ELSA MORANTE

Quella domenica, fra gli altri commenti, notò poi che sul «Messaggero» non c’era traccia di una notizia che pure circolava dentro Roma, e che era stata pure trasmessa, dicevano, dalla Radio-Bari: ieri, Sabato (16 ottobre) tutti i giudii di Roma erano stati razziati all’alba, casa per casa, dai Germani, e caricati su camion verso destinazione… Read More Il 16 ottobre 1943 raccontato da ELSA MORANTE

NICOLAJ VASILIEVIC GOGOL’: L’eternità del genio italiano

  L’Italia si è trovata coperta di miserabili cenci, e come stracci polverosi le pendono addosso i brandelli della veste regale di un tempo. Nell’impero della compassione che lo invadeva, il giovane stava quasi per scoppiare in singhiozzi. Ma una grande, confortante idea gli sorgeva spontaneamente in cuore, e un segreto istinto, più vero, gli… Read More NICOLAJ VASILIEVIC GOGOL’: L’eternità del genio italiano

Libero de Libero al vetriolo su un “flop” di Ungaretti (1943)

29 gennaio 1943 Il nostro Ungaretti ha letto la prolusione al suo corso di storia letteraria che egli terrà quest’anno all’Università di Roma. Ungaretti è nominato professore di letteratura moderna e contemporanea. Erano le quattro, e la folla teneva l’aula destinata all’avvenimento: ministro (si grattava spesso con due dita l’occipite), accademici, professori, studenti, amici. Pallidissimo… Read More Libero de Libero al vetriolo su un “flop” di Ungaretti (1943)

“Gli autori internazionali e la loro influenza nella Letteratura italiana”, di Dante Maffìa

Argomento vasto e quasi impossibile da trattare in poche pagine, se non per bagliori e indicazioni generiche che potranno dare appena l’idea degli scambi che avvengono silenziosamente e a volte inconsapevolmente tra le letterature di tutto il mondo. Argomento vasto e delicato, anche perché bisognerebbe intanto distinguere le influenze sui poeti e quelle sui narratori e… Read More “Gli autori internazionali e la loro influenza nella Letteratura italiana”, di Dante Maffìa

Maria Marchesi: “La musica ha senso” (2005)

LA MUSICA HA SENSO Tanto varrebbe sdraiarsi, abbandonarsi al sonno infinitamente o aggirarsi nel folto di ginestre, nel loro giallo che protegge dal mondo. L’infelicità è che sfioriranno e non saprò mai dove andrà a finire la noia suprema del disfarsi. Ma quella musica ha senso, divora le cartilagini degli insulti, si fa dolore sopportabile.… Read More Maria Marchesi: “La musica ha senso” (2005)

“La consolazione della sera”, di Sabino Caronia, letto da Dante Maffìa

Se mi chiedessero, così, a bruciapelo, che cosa è questo libro (La consolazione della sera, Fasano di Puglia, Schena Editore, 2017, pp. 123, Euro 14), opera di poesia o di narrativa, opera biografica o storica, non saprei rispondere decisamente, perché mi pare, pagina dopo pagina, di essere entrato in un film e di subire il… Read More “La consolazione della sera”, di Sabino Caronia, letto da Dante Maffìa