Invio manoscritti

Invia con fiducia il tuo prezioso manoscritto al nostro Comitato di Redazione, che provvederà a leggerlo, a “sentirlo”, a valutarlo: percorrendone i sentieri, sfiorandone le corde e annusandone le potenzialità.

Particolare cura gli verrà usata dal Direttore della Collana in cui, con un parere favorevole da parte dell’intero Comitato, andrebbe a collocarsi.

Non abbiamo ricette pronte o risposte semplici.

Per questo ci diamo un tempo massimo di tre mesi ai fini di una valutazione editoriale seria e ponderata.

Come inviare i manoscritti

Invia il tuo manoscritto per posta a EDILET – Edilazio Letteraria, via Taranto, 178 – 00182 Roma, alla cortese attenzione del Direttore della Collana a cui la tua opera si addice, insieme al tuo curriculum e ad una breve sinossi dell’opera.
Inviaci sempre il romanzo, o la raccolta di racconti o il saggio, completi – non spediteci semplici sinossi o presentazioni dell’opera o testi parziali – e in formato cartaceo, al nostro indirizzo.

IMPORTANTE: i manoscritti vanno inviati sempre per posta ordinaria (non per posta celere, non per raccomandata, non per corriere), preferibilmente rilegati; è consigliata anche una lettera di presentazione dell’autore e dell’opera mentre è indispensabile l’indicazione del vostronome e di tutti i recapiti sulla prima pagina del manoscritto. Tutti i vostri manoscritti, una volta giunti in redazione vengono archiviati e passano in lettura.
Le uscite di Edilet vengono fissate almeno per i quattro-sei mesi successivi: questo significa che un eventuale interessamento della casa editrice nei confronti del vostro manoscritto non potrà avere sbocchi editoriali prima di quella data. Se il vostro lavoro ci interessa, vi contatteremo entro sei mesi dalla spedizione; se oltre quella data non riceverete alcuna comunicazione, dovete considerare il vostro manoscritto rifiutato. Non invieremo infatti né lettere di rifiuto né valutazioni sul vostro lavoro e non restituiremo in nessun caso – neanche a spese dell’autore – il testo in questione. L’incredibile mole di manoscritti che giornalmente riceviamo unita alle esigue, seppur scrupolose, risorse umane a nostra disposizione ci spingono a chiedervi infine di non telefonare per accertarvi dell’avvenuto arrivo del manoscritto o dello stato di lettura del medesimo o dell’esito della sua valutazione ma, al limite, a contattarci per email. Queste semplici norme servono solo a rendere il nostro lavoro più semplice e veloce, nel nostro e nel vostro interesse.

Annunci