Alcmane, Platone, Saffo: tre “notturni”

scansione0005
G. De Carolis, “Pino nella notte” (1986)

Alcmane, frammento Diehl 58

εὕδουσι δʼ ὀρέων κορυφαί τε καὶ φάραγγες
πρώονές τε καὶ χαράδραι
φῦλά τʼ ἑρπέτ’ ὅσα τρέφει μέλαινα γαῖα
θῆρές τʼ ὀρεσκώιοι καὶ γένος μελισσᾶν
καὶ κνώδαλʼ ἐν βένθεσσι πορφυρέας ἁλός·
εὕδουσι δʼ οἰωνῶν φῦλα τανυπτερύγων.

Dormono le cime dei monti e i dirupi,
i promontori e i greti dei torrenti,
le famiglie dei rettili che la nera terra nutre,
le belve montane e la stirpe delle api
e i mostri nelle profondità del tempestoso mare;
dormono le famiglie degli uccelli dalle grandi ali.

(trad. di Valentino Liberali)

Platone, Antologia Palatina VI/669

ἀστέρας εἰσαθρεῖς Ἀστὴρ ἐμός· εἴθε γενοίμην
οὐρανός, ὡς πολλοῖς ὄμμασιν εἰς σὲ βλέπω.

Tu guardi le stelle, stella mia, e io vorrei essere
il cielo per guardare te con mille occhi.

Saffo, frammento 168 B. Voigt

δέδυκε μὲν ἁ σελάνα
καὶ Πληϊάδες, μέσαι δὲ
νύκτες, παρὰ δ’ ἔρχεθ’ ὥρα
ἐγὼ δὲ μόνα καθεύδω.

È ormai tramontata la luna;
caddero anche le Pleiadi.
A mezzo è la notte e scorre rapido il tempo.
Io sto qui
sola.
(trad. di Giancarlo Savino)

Annunci

Un pensiero riguardo “Alcmane, Platone, Saffo: tre “notturni”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.