La regina Cristina di Svezia a Roma, di Delfina Ducci

La storia della regina Cristina di Svezia è quanto mai singolare e, sotto certi aspetti, scabrosa. Abdicò in favore del cugino Carlo Gustavo dei Due Ponti, il 16 giugno 1654, e seguendo il motto virgiliano Fata viam invenient, il destino indicherà la via, abbandonò il suo paese vestendo abiti maschili e si diresse in Italia.… Read More La regina Cristina di Svezia a Roma, di Delfina Ducci

Giorgio Manganelli e il mondo infero. Per una letteratura “onirodipendente”

di Orlando Trinchi «Trinchi, senza scomporsi o perdersi d’animo, affidandosi all’esattezza della sua scrittura, che non si macchia mai della pedanteria accademica, coglie fin dalle prime battute il cuore dell’opera di uno dei più grandi scrittori non letti del Novecento. E insieme a compagni di viaggio come Benjamin, Hillman, Jung e tanti altri, ha il… Read More Giorgio Manganelli e il mondo infero. Per una letteratura “onirodipendente”

Le ragioni dell’ovvio

(Rileggendo Svevo, Pascoli, Ungaretti, Montale) di Noemi Giachery Paolini La singolare fisionomia di questo libro si coglie a prima vista nel quasi ininterrotto confronto puntuale, appassionato e filologicamente agguerrito, su testi di grandi autori del Novecento. È chiamata in causa quella critica che ha inseguito gli “spettri” ideologici ridotti a schemi, del formalismo e poi… Read More Le ragioni dell’ovvio

Tra prosa e poesia, la modernità di Sandro Penna

di Daniele Comberiati La poesia di Sandro Penna conserva la capacità, ad oltre trent’anni dalla sua morte, di mantenere intatta la precisione dei versi e l’incredibile musicalità delle strofe. Il testo critico in questione ha però la pretesa di gettare uno sguardo diverso sul poeta perugino, poiché troppe volte le sue liriche sono state banalizzate in… Read More Tra prosa e poesia, la modernità di Sandro Penna

La nuova poesia modernista italiana

di Giorgio Linguaglossa Se il linguaggio della post-avanguardia entrava in rotta di collisione con i linguaggi della scienza e della modernità, la «Nuova Poesia Modernista» prende atto della crisi irreversibile di ogni linguaggio fondato sulla «differenza», sullo «scarto», sullo «statuto ambiguo»; e prende atto della mancanza di un fondamento su cui sia possibile poggiare la… Read More La nuova poesia modernista italiana

Dentro del cielo stellare – La poesia orfica di Dino Campana

di Marco Onofrio Il libro di Campana potrebbe configurarsi come una sorta di manuale di resistenza all’impatto con la modernità, ove tentare, con l’occasione, di risolvere le eterne problematiche dell’uomo, proponendo infine qualcosa in più della sopravvivenza o della solita consolante illusione. E se, per conto suo, ai margini della Storia, Campana riuscisse davvero a… Read More Dentro del cielo stellare – La poesia orfica di Dino Campana

L’Antiburattinaio. Pasolini e le ragioni del dissenso.

di Maria Laura Gargiulo Pier Paolo Pasolini è noto per l’iconoclastia con cui ha segnato una stagione intellettuale, sociale e politica: ma vedere dietro questo suo atteggiamento una provocazione fine a se stessa significa limitare la portata del suo pensiero. È riduttivo interpretare la critica di Pasolini come meramente distruttiva, perché dietro di questa c’è… Read More L’Antiburattinaio. Pasolini e le ragioni del dissenso.