Scatola di nebbia

di Stere Bucovala La poesia di Stere Bucovală presuppone una condizione di “esilio” «dalla fine della parola», che rende il poeta «screpolato di rimpianto» e perennemente sospeso tra il “non più” (o, peggio, il “mai più”) e il “non ancora”. Egli scrive al di qua della «Grande Guancia / della Separazione», dopo la frattura che ha disgregato… Read More Scatola di nebbia

EdiLet in pillole: 3 brani da “Il dio delle donne” (2010), di Roberto Piumini e Milva Maria Cappellini

Il marinaio sfilò l’anello della gomena dalla grossa bitta, lustrata da un secolo di sfregamenti, e il fianco chiaro del bastimento si staccò dal molo. In alto, i gabbiani si fecero più inquieti e allargarono i loro voli, allontanandosi da quel traffico di metalli pungenti, fumo arrembante e rumore. Sotto la tettoia del posto di… Read More EdiLet in pillole: 3 brani da “Il dio delle donne” (2010), di Roberto Piumini e Milva Maria Cappellini

Senza cuore

di Marco Onofrio «Posso censirmi?». E cioè: appartengo alla comunità? Consisto davvero in qualcosa? La crisi novecentesca del personaggio-uomo riecheggia nell’interrogativo ilaro-tragico dell’io narrante. È un romanzo o un antiromanzo? Un poema in prosa o prosa d’arte implosa? Diario minuzioso di una psicopatologia o memoria fangosa del sottosuolo? Quando tenta di vedersi allo specchio scopre… Read More Senza cuore