“Del cielo stellato”: superata quota 100.000 visualizzazioni

Stamane il nostro blog ha superato quota 100.000 visualizzazioni… Un grazie di cuore a tutti i nostri lettori. Il vostro affetto ci entusiasma a fare sempre meglio! This morning our blog has exceeded 100.000 views… A big thank you to all our readers. Your love excites us to always do better! Esta mañana, nuestro blog… Read More “Del cielo stellato”: superata quota 100.000 visualizzazioni

“Sabato pomeriggio” di Silvia Volpi, letto da Marco Onofrio

[Per celebrare il nuovo romanzo di Silvia Volpi, recentemente pubblicato da Mondadori, riproponiamo la lettura critica che Marco Onofrio ha fatto del suo primo romanzo]. Sabato pomeriggio (EdiLet, 2011, pp. 268, Euro 12), della scrittrice pisana Silvia Volpi, è un romanzo psicologico di formazione centrato sull’impasse della condizione giovanile: “quel” sentirsi sospesi e talvolta disastrati come… Read More “Sabato pomeriggio” di Silvia Volpi, letto da Marco Onofrio

EdiLet, fucina di talenti: gli autori che hanno poi pubblicato con editori di peso

EdiLet-Edilazio Letteraria ha dato voce, nel corso degli anni, ad autori che hanno poi pubblicato con editori di peso. A parte Paolo Di Paolo, che nel 2008 diede alle stampe con le nostre edizioni Piccola storia del corpo per poi arrivare a Feltrinelli, Bompiani e Einaudi, si ricordano Michela Monferrini, curatrice del volume Quasi un… Read More EdiLet, fucina di talenti: gli autori che hanno poi pubblicato con editori di peso

9 marzo 2019: “Il graffio della piuma”, di Marco Onofrio, al Teatro “Duse” di Roma

In occasione della Festa delle donne presentazione-reading del volume IL GRAFFIO DELLA PIUMA di Marco Onofrio con: LAURA SAGLIOCCO, SERENA MAFFIA, MONICA MARTINELLI, PATRIZIA PALLOTTA, TIZIANA MARINI, CHIARA MUTTI, SANDRA LUCENTINI, SONIA MIRANDA, PAOLA CEFALÌ Il M° ANTON GIULIO PERUGINI eseguirà dal vivo brani di musica classica abbinati alla Poesia di ogni singola autrice Arie… Read More 9 marzo 2019: “Il graffio della piuma”, di Marco Onofrio, al Teatro “Duse” di Roma