Zanello Fabio

Fabio Zanello, nato a Roma nel 1963, pubblica da alcuni anni per la saggistica e la narrativa. Per la prima vanno menzionati, tra gli altri, i titoli Hashish e Islam (Castelvecchi, 2003), Il cane di Maometto (Stampa Alternativa, 2005), Taoismo Segreto (Castelvecchi, 2005), Discorsi Sufi: (Stampa Alternativa, 2007), Quando l’hashish si incazzò col vino: contrasti tra hashish e vino nella letteratura classica dell’Islam (Coniglio, 2007), Il Tao del dolce e del duro (Coniglio, 2008) e Caffeina mon amour: letteratura e poesia araba classica sul caffé e altri stimolanti (Coniglio, 2008), testi con ampi estratti, e preziose traduzioni, di poesia sapienziale arabo-islamica ed estremo orientale.
Per il genere della letteratura si ricorda la raccolta di racconti Osama per 1000 anni (Coniglio, 2007), sorta di prosimetro nella linea inaugurata da Nanni Balestrini, ma aperta all’adattamento dei temi della tradizione letteraria metafisica ad una possibile scrittura sapienziale contemporanea. Tra le letture di riferimento stanno, per Fabio Zanello, quelle di René Guénon, Ananda K. Coomaraswamy e Ramana Maharishi, mentre, per la poesia e gli approfondimenti metrici, gli studi su Fernando Pessoa, Allen Ginsberg e Pier Paolo Pasolini.

Con EdiLet ha pubblicato: Poemetto spurio – Poemetto drammaturgico (Collana La nave dei folli)

Pubblicità