La rivolta del corpo

di Lina Raus

In che cosa è possibile ravvisare il nucleo organico e, per così dire, il “motore” della narrativa di Lina Raus? Forse nel progressivo approfondimento del rapporto tra il desiderio di felicità di ognuno di noi e gli ostacoli che vi oppone la convivenza sociale, cioè il conflitto con l’identico, legittimo desiderio degli altri. Le leggi servono a contenere e regolamentare il godimento individuale di questo desiderio che, di per sé, ha natura irragionevole e tendenzialmente illimitata. Dallo scontro fra la pulsione erotica del “principio di piacere” e la contenzione razionale imposta dal mondo con il “principio di realtà”, si determina la ferita esistenziale che segna la fine dell’infanzia e che, pur quando rimossa nel subconscio, riemerge ogni volta che affrontiamo qualche seria e perdurante difficoltà interiore. I traumi non passano mai: quanto più cerchiamo di dimenticarli, tanto più si fanno ricordare, e al limite attraverso la somatizzazione. Ecco la “rivolta del corpo” su cui si incardina questo nuovo, interessante romanzo in cui vari protagonisti e comprimari rendono emblematica la loro impronta con la rivelazione di significati talmente intimi e profondi che neppure la psicanalisi riesce a dipanare la matassa da cui è insorta, per ognuno di loro, la malattia fisica. Quest’ultima infatti può spesso derivare da un disturbo della personalità causato a sua volta da un trauma, più o meno originario. Il corpo che si ribella a una data e prolungata condizione di disagio lancia, attraverso l’intelligenza automatica dell’organo che si ammala, un segnale di allarme alla coscienza del soggetto sofferente, esortandolo a cambiare rotta e a diventare medico di se stesso.

Dati: 2021, pp. 148, brossura
Prezzo: 14 euro

Acquista in contrassegno o con bonifico, attraverso l’apposito form

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.