Renato Fiorito: “Quanti soli”

quanti soli

QUANTI SOLI

Quanti soli
e bandiere e cortei di libertà
e slogan gridati al vento
dovranno passare
prima che la parola diventi poesia?
E quanti giovani dovranno morire
attaccati ai loro sogni
e ombre di notti solitarie
posarsi sul cuore
prima che il dolore diventi poesia?
Allora ci gireremo
a guardare il filare dei giorni
e l’uva maturata in altre stagioni
ancora dense di addii e di rimpianti
e scopriremo che ogni cosa
è destinata a lasciarci
compreso l’amore
senza che ci sia ancora un verso
che valga il nostro pianto.

Renato Fiorito (da Andante con pioggia, 2019)

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.