Nella porpora dell’ombra

di Valeriu Stancu
traduzione dal rumeno di Simona Stancu

L’esigenza di Valeriu Stancu è innanzitutto quella di comprendere la funzione della poesia, di questa forza straripante che gli sgorga dai pori, dalla carne, dal sangue, dal pensiero, dalla sessualità, ecco perché è Notte in prima persona, notte che ha trame intricate che lo guidano oltre i confini del visibile, che gli fanno incontrare “le occhiaie della neve”, “la polvere dell’alba”, “l’orologio di fumo”, “la carne (stessa) delle notti”, la “lacrima delle tenebre”, “la voluttà dell’infinito”. Immagini che non sono trovate, espedienti o effetti, ma sostanza di un onirismo che ha bisogno di verità assolute e inquietamente rincorre le parvenze per squarciarle, le affinità per saldarle, il diluviare del senso e del nonsenso, il timbro musicale nascosto dietro le metafore, la magia delle metamorfosi incessanti che ribaltano il visibile e lo squamano, lo portano al macero.

(dalla Prefazione di Dante Maffìa)

Dati: 2018, pp. 156, brossura
Prezzo: 15 euro

Acquista in contrassegno o con bonifico, attraverso l’apposito form

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.