L’Antiburattinaio. Pasolini e le ragioni del dissenso.

di Maria Laura Gargiulo

burattinaio_bigPier Paolo Pasolini è noto per l’iconoclastia con cui ha segnato una stagione intellettuale, sociale e politica: ma vedere dietro questo suo atteggiamento una provocazione fine a se stessa significa limitare la portata del suo pensiero. È riduttivo interpretare la critica di Pasolini come meramente distruttiva, perché dietro di questa c’è una visione lucida, profetica e propositiva della realtà.

 Il saggio di Maria Laura Gargiulo riflette sull’intera opera di Pasolini senza escludere dichiarazioni e interviste, evidenziandone la tensione poetica e il percorso intellettuale. Ne emerge un Pasolini paradossalmente coerente nella sua alternanza di ossimori e provocazioni, fedele alla sua profonda incorruttibile onestà, quella onestà che lo ha spesso confinato in una solitudine dolorosamente graffiante, non scevra di rabbia che però lui ha saputo, non senza sforzo, purificare grazie al potente filtro della scrittura.
Pasolini credeva vivamente nell’importante funzione della poesia come faro della società. Di quel faro abbiamo ancora irrinunciabile bisogno.

Dati: 2008, pp. 152, brossura
Prezzo: 12 euro

Acquista in contrassegno o con bonifico, attraverso l’apposito form

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.